fbpx

Cosa puoi fare tu

Lasciti testamentari
Ulteriori informazioni

Per ricevere ulteriori informazioni sul lascito testamentario, contattaci allo 06-3220611 o scrivici a: fondazione@bambiniinemergenza.org

Lasciti testamentari

È possibile continuare ad aiutare i bambini in difficoltà anche oltre la vita, con un lascito testamentario.

Un lascito testamentario è la destinazione di un bene personale (conto corrente, polizza sulla vita, immobile, mobili e arredi, beni preziosi, etc.) a finalità di solidarietà, che si perfeziona formalizzando la scelta nel testamento.
Fare testamento significa decidere come saranno utilizzati i beni di cui si dispone, nel rispetto della propria volontà e senza ledere i diritti successori degli eredi.

COME FUNZIONA IL TESTAMENTO 

Se il donatore ha degli eredi diretti (figli, i genitori e il coniuge), legalmente sono queste le persone che per prime dovranno beneficiare dell’eredità, che in alcuni casi può comunque essere spartita anche con associazioni ed enti. Qualora non si abbiano eredi e non sia deciso il proprio testamento, i possessi del defunto, per legge, andranno automaticamente allo Stato. Il lascito testamentario per una onlus rappresenta una alternativa solidale a questo emendamento legale.

TIPI DI TESTAMENTO

Testamento olografoPer redigere un testamento olografo è necessario scrivere il documento interamente a mano su carta semplice in duplice copia. Per evitare furti o smarrimenti e affinché abbia valore legale esso deve poi essere depositato presso un notaio. Il testamento olografo è il modo più semplice per effettuare un lascito testamentario a favore di una onlus o di un ente no profit a patto di indicarne esattamente la denominazione.

Testamento pubblico. Per redigere un testamento pubblico è necessaria la presenza di due testimoni. Il testatore esprime verbalmente le proprie volontà di fronte ai due testimoni e al notaio, il quale provvederà alla trascrizione delle stesse, conservandone copia negli atti fino al momento del decesso.

Testamento segreto. È il testamento del quale sia il notaio sia i testimoni ignorano il contenuto, dunque le volontà del testatore. Il testamento segreto può essere scritto a mano o con altri supporti, direttamente dal testatore o da parte di terzi. Affinché sia valido deve essere firmato in ogni suo foglio e depositato dal notaio in presenza di testimoni, anche direttamente in busta chiusa o sigillata in presenza d’essi.

Testamenti specialiSe il testatore si trova a vivere in condizioni particolari che gli impediscano di adempire a tutte le formalità necessarie per redigere un testamento olografo, pubblico o segreto, si può ricorrere al testamento speciale in particolare in casi di: malattia, calamità, infortuni, testamento redatto a bordo nave, su aeromobile o nel caso dei militari e delle forze dell’ordine in servizio.

Il testamento può essere sostituito da altro testamento, altra tipologia testamentaria e/o altre volontà in qualsiasi momento. Il testamento valido è sempre quello corrispondente all’ultima data e può essere sempre revocato dalla persona che lo ha fatto.

Il lascito testamentario non costituisce una specifica tipologia testamentaria ma si tratta semplicemente di una modalità del lascito stesso, meglio definita legato. Esso consiste nello  specificare nel testamento la volontà di destinare denaro o beni a un ente solidale o di ricerca, fornendo il nome esatto del beneficiario pena la nullità del lascito. Bisogna dichiarare esplicitamente cosa si vuole donare alla associazione onlus e cosa invece agli altri eredi, se presenti. Il lascito è esente dall’imposta sulle successioni se disposto a beneficio di una organizzazione di pubblica utilità.

COSA SI PU’ DONARE?

Il testamento consente di effettuare donazioni a favore di onlus e associazioni no profit sia intermini di denaro, da piccole a grandi cifre, sia intermini materiali. In particolare anche i beni immobili (appezzamenti di terreno, case, arredamento ecc…) e oggetti di valore. Un lascito testamentario può consistere anche in una polizza assicurativa sulla vita. Il costo di una assicurazione sulla vita è solitamente irrisorio e dilazionato nel tempo. Nel corso degli anni però è possibile accumulare somme di denaro abbastanza importanti. Poiché un’assicurazione sulla vita non fa parte del patrimonio ereditario è possibile devolvere a un ente benefico l’intera somma anche qualora vi siano degli eredi legittimi.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Per tutti gli aspetti legali e giuridici è bene rivolgersi al proprio notaio, avvocato. La Fondazione Bambini in emergenza è a disposizione di chiunque non abbia un riferimento e voglia approfondire le possibilità offerte dai lasciti testamentari.

Se hai già deciso di effettuare un lascito alla nostra Fondazione è necessario inserire nel testamento i dati anagrafici che individuano, in modo certo ed inequivocabile, l'organizzazione scelta quale soggetto beneficiario.

  • I nostri dati sono:
    Fondazione Bambini in Emergenza Onlus
    Piazzale delle Belle Arti 1 - Roma (RM)
    Codice fiscale: 97143260582

Da oltre vent'anni
siamo impegnati per offrire un presente e un futuro migliore ai bambini abbandonati di cui ci prendiamo cura.

Contribuisci anche tu

Bambini in Emergenza è una Fondazione iscritta all'Anagrafe Unica delle Organizzazioni non Lucrative di Utilità Sociale (ONLUS) a decorrere dal 24/8/1998.

Dona Ora

Banca

Conti correnti intestati a
Fondazione Bambini in Emergenza Onlus

  • Unicredit Spa
    IBAN: IT 14 D 02008 05007 000400543115
  • Banca Popolare dell'Emilia Romagna
    IBAN: IT 35 O 05387 12800 000001978508

Posta

Conti correnti intestati a:
Fondazione Bambini in Emergenza Onlus

  • Con bollettino postale su
    Conto corrente n°: 316000
  • Con bonifico postale su
    IBAN: IT 13 I 07601 03200 000000316000

Scopri tutti i modi per sostenerci